Ricerca, sviluppo, tecnologia, innovazione e competitività: sono queste le cinque parole chiave utili per comprendere l’evoluzione del comparto del tessile della Moda: un settore dove l’investimento in ricerca e sviluppo genera ritorni economici notevoli, dove i tessuti tecnici trovano sempre più spazio nel settore e che rappresenta quindi il punto d'incontro tra due mondi, quello della moda e quello della tecnologia. Nanotecnologie, materiali a cambiamento di fase, tessili funzionalizzali e indumenti appartenenti al settore degli “Smart textiles” vedono coinvolti istituti di ricerca e realtà aziendali.

E’ in questa tendenza che si colloca il progetto NANOTERM che si basa sullo sviluppo di tessuti funzionalizzati per l’abbigliamento che sanno coniugare il comfort, con l’uso di fibre nobili per realizzare prodotti di qualità, con aspetti altrettanto importanti come il design e l’utilizzo di tecnologie innovative per migliorare e ingegnerizzare i processi di produzione. Nello specifico il progetto NANOTERM mira a conferire a tessuti definiti “tradizionali” funzionalità specifiche mediante l’utilizzo di nuovi materiali e tecnologie innovative. Prima tra tutte, le nanotecnologie per le applicazioni di termoregolazione, dove i capi di abbigliamento più moderni sfruttano le proprietà dei materiali a cambiamento di fase (phase change materials, PCM).

Le tecniche si baseranno sulle caratteristiche intrinseche dei PCM, ovvero quando la temperatura del corpo aumenta, il PCM si scioglie e assorbe il calore dal corpo sotto forma di calore latente (effetto di raffreddamento); quando la temperatura scende, il PCM cristallizza e il calore immagazzinato viene rilasciato nuovamente (effetto di riscaldamento). Saranno studiate in particolare l’applicazione di due tecnologie di incorporazione dei PCM nelle fibre tessili. Nella prima i PCM saranno integrati mediante la fusione in fibre tessili per creare una struttura bicomponente con anima centrale di PCM nella fibra, nella seconda saranno inglobati disperdendo i PCM in una soluzione di fibre cellulosiche, in questo modo saranno intrappolati permanentemente all'interno delle fibre. Per il NANOTERM ricercheremo inoltre un interessante cross over con il mondo della gioielleria, data l’attuale tendenza a creare abiti arricchiti da trame d’oro, ricami d’argento e gioielli tout court. Ecco allora la collaborazione con un’azienda orafa ed una di confezioni per sperimentare nuovi capi d’abbigliamento nel settore oltre il top di gamma al fine di esplorare il lato prezioso della moda.